I nostri antenati? Più piccini del previsto… (forza piccoli!)

TOP PRIMATE

Forse è uno dei motivi per cui ci piacciono tanto i cuccioli, i gattini, le scimmiette o i cagnolini… Perché in noi c’è qualcosa di una scimmietta vissuta circa 12 milioni di anni fa. Siamo geneticamente cugini, anzi, cuginetti…

La scoperta viene dalla Spagna, riassume scavi e studi iniziati nel 2011 ed è stata appena pubblicata su Science. La nuova scimmietta si chiama Pilobates cataloniae e non doveva pesare più di 5 chilogrammi. La scoperta è importante perché sino ad ora si pensava che le scimmie più antiche e più vicine agli ominidi fossero di grandi dimensioni, così come i gorilla, gli scimpanzè o gli oranghi odierni… e come gli esseri umani. Invece no, una delle scimmie più antiche e dalle caratteristiche più vicine agli uomini era proprio un “soldo di cacio”.

Una bella rivincita per i “piccoletti”, dunque. Perché ciò significa che il misterioso anello mancante fra scimmie e ominidi, dal quale tutti discendiamo – “anello” che, si badi bene, non è stato ancora ritrovato – doveva essere molto più piccolo di quanto sin qui si è ipotizzato, e più simile a un gibbone o a una scimmietta urlatrice (!) che non a un grosso ominide.

human_evolution

La ricerca dell’antenato comune dunque continua, ma nel frattempo l’identikit dell’indiziato è molto cambiato. Ora si cerca un piccoletto…

Annunci